Uiltrasporti


03/10/2014
 | Viabilità - Aree Contrattuali - Autostrade-Nazionale

Di estremo significato e importanza è la posizione espressa dal Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture, nel mese di luglio, sul ribadire la necessità di garantire il presidio H24 in Esazione. Chiarimento determinato dopo un incontro tra le Segreterie Nazionali e il Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture a seguito della vertenza su Strada dei Parchi, dove la società in questione voleva eliminare il presidio notturno in 8 stazioni.

03/10/2014
 | Trasporto Aereo - Piloti

 

Roma 26 settembre 2014

Si è tenuta oggi la seconda riunione in azienda fra  Medicina Alitalia  Sicurezza e Salute sul lavoro e gli RLS Pnt Pnc con oggetto “Febbre Emorragica Virale Ebola”.

La riunione si è aperta con l’ intervento di Medicina del Lavoro effettuato dal Prof. Ricciardi Tenore che ha illustrato le nuove procedure in essere per trattare eventuali casi sospetti di malati a bordo in particolar modo sulle direttrici Lagos Accra e per i voli di trasferimento passeggeri “migranti”.

Medicina  Alitalia ha evidenziato quanto segue : 

03/10/2014
 | Emilia Romagna

 

La segreteria della Uil Emilia Romagna e Bologna, prendendo spunto dal documento
dell’esecutivo nazionale Uil sul provvedimento del Governo in materia di lavoro, proclama lo
stato di agitazione dei lavoratori e dei pensionati in regione.
Nei luoghi di lavoro saranno organizzate assemblee informative, mentre sui territori sono
previsti attivi allo scopo di definire azioni a supporto di questa mobilitazione.
La Uil Emilia Romagna e Bologna ha, inoltre, deciso un pacchetto di otto ore di sciopero
che, a livello locali, si articolerà in modo differente in base alle valutazioni delle single
categorie e dei singoli territori.
Infine, mercoledì 22 ottobre 2014 si terrà a Bologna un’iniziativa, rivolta a iscritti, delegati
e pensionati, sul tema del lavoro cui parteciperà il segretario confederale Uil, Guglielmo Loy.
Bologna, 1 Ottobre 2014

 

03/10/2014
 | Note Segreteria Nazionale

Si è tenuta nella giornata del 30 settembre  la riunione periodica della sede permanente sulla sicurezza. La Società ha illustrato i dati riguardanti gli infortuni sul lavoro e in itinere relativi agli anni 2011, 2012 e 2013. Sono stati forniti inoltre alcuni aggiornamenti sui progetti ed i prototipi che RFI intende adottare.

02/10/2014
 | Assistenti di Volo - Volantini

I LAVORATORI E LE LAVORATRICI MERITANO RISPETTO

 L’onda lunga del processo di delegittimazione del sindacato, in quanto entità solida per la tutela dei lavoratori/lavoratrici in una società invece sempre più liquida e senza punti di riferimento, non accenna a calmarsi.

Portata avanti dal “Premier” è stata ben presto fatta propria da una parte cospicua dei mass-media (organi di stampa e canali TV) che non hanno fatto mancare il loro contributo di bugie e di inesattezza, e molto spesso di vere e proprie falsità, alla campagna di “rigetto” della stessa ragione di essere delle organizzazioni dei lavoratori. Premesso che carta stampata e TV sono controllate o di proprietà di gruppi economici e imprenditoriali chiaramente riconducibili, va sottolineata una verità che è assolutamente inoppugnabile. E cioè che ci sono in questo Paese perlomeno quindici milioni di persone che ogni mese “votano” la loro fiducia alle organizzazioni sindacali: come? Versando una quota mensile, dopo aver liberamente scelto il sindacato cui destinarla. E qui non ci sono sondaggi che tengano, sono, per dirla con uno slogan pubblicitario di moda “solide realtà”.

Ed è quindi a questi quindici e passa milioni di cittadini “adulti” che il movimento sindacale si rivolge: cittadini, non “sondaggi”, esseri umani non fantasmi, cittadini lavoratori, pensionati, precari e giovani in attesa di lavoro, (ed è l’ennesimo falso che il sindacato non registri tra le sue file giovani in attesa di lavoro, disoccupati, cassintegrati).

02/10/2014
 | Assistenti di Volo - Volantini

Febbre Emorragica Virale Ebola

 

Si è tenuta  la seconda riunione in azienda fra  Medicina Alitalia  Sicurezza e Salute sul lavoro e gli RLS Pnc Pnt con oggetto “Febbre Emorragica Virale Ebola”.

La riunione si è aperta con l’ intervento di Medicina del Lavoro effettuato dal Prof. Ricciardi Tenore, che ha illustrato le nuove procedure in essere per trattare eventuali casi sospetti di malati a bordo in particolar modo sulle direttrici Lagos Accra e per i voli di trasferimento passeggeri “migranti”.

Medicina  Alitalia ha evidenziato quanto segue :

Ebola ha un incubazione fino a 21 giorni e nel periodo di incubazione NON è possibile la trasmissione del virus che può avvenire solo per contatto diretto con i liquidi biologici di un malato in cui l’ infezione sia conclamata.

I sintomi della malattia conclamata sono tali da non poter essere nascosti dal malato stesso in quanto di grave entità si hanno infatti mal di gola, stanchezza, cefalea e febbre alta che non migliorano con l’ assunzione di antidolorifici e o antipiretici.

Sono inoltre presenti vomito diarrea e emorragie interne ed esterne (queste ultime anche a livello cutaneo) che rendono particolarmente agevole il riconoscimento della malattia.

Per tutti i voli da Fiumicino a Accra è previsto lo screening di tutti i passeggeri a cui viene misurata la temperatura prima dell’ imbarco.

02/10/2014
 | Trasporto Marittimo - Ultime Notizie

01/09/2014
 | Assistenti di Volo - Volantini

 

IL DISINTERESSE AZIENDALE PER I PROPRI DIPENDENTI

(O l'ennesima furbata per recuperare altri soldi?)

Un'evidente sotto organico, da oramai un mese, sta mettendo a dura prova la serenità operativa del Personale di Volo: sono decine i voli che, ogni giorno, partono al di sotto della configurazione equipaggio prevista, in contraddizione con quanto riportato da GENERAL BASIC e attraverso un'opinabile interpretazione di quanto previsto dal contratto: non si ravvisano, difatti, "indisponibilità improvvise, manifestatesi in termini di tempo che non consentano la sostituzione (del PNC)" (CCNL - Parte Specifica Vettori, Sezione seconda - Assistenti di Volo, Art. 18).

Quanto sta accadendo ha dell'incredibile:  è il sostanziale disinteresse abbinato ad un pressapochismo d'altri tempi (vedi la gestione delle "non opposizioni") a mettere seriamente a rischio i recenti accordi che dovrebbero segnare una svolta epocale nelle sorti della nostra ALITALIA.

Non è la ridefinizione dei servizi di bordo del volo interessato a poter essere considerata una soluzione, né tantomeno la visione del tema propinataci con l'irritante,  “Settimana della Produzione." , quello che pretendiamo è il rispetto delle regole e degli accordi firmati  

30/09/2014
 | Assistenti di Volo - Volantini

La grande bugia

Logica e buon senso non sembra stiano prevalendo nel dibattito in corso nella cosiddetta riforma del mercato del lavoro (Job act la chiamano, sennò che riforma sarebbe se fosse declinata in italiano….).

Siamo , infatti di fronte a una “grande bugia”.

Si vuol far credere (e purtroppo in molti “abboccano”) che la soluzione o quanto meno l’uscita dalla profonda e persistente crisi dell’economia, e non soltanto dell’economia, sia possibile affrontando un “conflitto generazionale”, tra l’altro definito in termini assai incerti e relativi (è vecchio e obsoleto tutto ciò che non condivide le mie idee, è moderno e progressivo chi le accetta e condivide), e riducendo le tutele dei lavoratori, favorendone di fatto la precarietà e sostituendo il loro “reintegro” per i licenziamenti con indennizzi più o meno definibili “a garanzie crescenti” sempre, comunque in termini monetari. E, spingendoci sempre più innanzi su questa strada, ecco un’altra “trovata” del progetto: ridurre progressivamente la influenza della “contrattazione permanente”, offrendo così al datore di lavoro la possibilità di procedere unilateralmente nel demansionamento del lavoratore/lavoratrice e nella predisposizione dei controlli a distanza.  Tutto ciò seguendo un disegno che muove  dalla volontà di declassare  il contratto nazionale attraverso la clausola del cosiddetto “salario minimo nazionale” e introdurre e dare impulso ad una sorta di alternatività, su scelta del datore di lavoro, tra il contratto nazionale e il contratto aziendale. Un disegno questo che non solo ridurrebbe gli spazi per la tutela dei lavoratori e lavoratrici specialmente nei settori particolarmente esposti ai processi di liberalizzazione e privatizzazione, per i quali i CCNL ha spesso dovuto surrogare  la carente legislazione per la loro tutela nei cambi di appalto e passaggio di azienda, addirittura potrebbe configurarsi quale obiettivo per passare dall’attuale sistema di tutele collettive al contratto individuale negoziato direttamente tra lavoratrici/lavoratori e il datore di lavoro.  

Si proclama la volontà di assumere provvedimenti che vanno verso la eliminazione del precariato, e nel contempo si  propone invece di estendere il cosiddetto “lavoro accessorio pagato…., in vaucher.

E adesso, basta. La “grande bugia” non può, non deve incantare nessuno. Non noi, di certo, non il movimento sindacale (“in primis” la nostra UIL e la UILTRASPORTI).

30/09/2014
 | Assistenti di Volo - Volantini

I pesanti ed a tratti ingiusti accordi siglati da Filt Cgil, Fit Cisl ed Ugl Trasporti lo scorso 17 luglio, ai quali  l'opposizione delle nostre Organizzazione Sindacale e Associazione Professionale, congiuntamente ad ANPAC ed AVIA ha, purtroppo per ora solo parzialmente posto un freno, stanno producendo i loro effetti sul PNC del Gruppo, generando una situazione di sofferenza generale NON PIÙ SOSTENIBILE.

Anche gli strumenti da noi ottenuti e mirati alla attenuazione del pesante prelievo economico a carico del PNC del Gruppo, previsto sino a dicembre 2014, vengono irrispettosamente sviliti dalla pubblicazione,  peraltro tardiva, avvenuta nelle ultime ore sulla intranet aziendale, di una procedura di attenuazione, unilateralmente, almeno per quanto di nostra conoscenza, definita dall'Azienda, che NON RISPONDE ASSOLUTAMENTE AI REQUISITI PATTUITI.

UILTRASPORTI - Viale del Policlinico, 131 - 00161 Roma - Tel. 06 862671 - Fax 06 86207747
C.F. 80403560586
e-mail: administrator@uiltrasporti.it