Uiltrasporti


24/05/2013
 | Comunicati Stampa

Il 22 maggio u.s. si è svolto l’incontro con i Responsabili di Risorse Umane e delle aree Servizi Immobiliari e Servizi Amministrativi di Ferservizi nel corso del quale è stata illustrata l’evoluzione del modello organizzativo territoriale delle aree medesime, in linea con quanto ipotizzato già in sede di stesura del Piano di Attività 2011-2015 ed a parziale modifica di quanto convenuto con l’accordo del 2 novembre 2011. 

Secondo la Società la nuova organizzazione garantirebbe una maggiore efficienza e produttività, consentendo la conservazione e la trasmissione del patrimonio di conoscenze ed esperienze fin qui maturato, rispondendo così alle nuove richieste di semplificazione del sistema di relazioni e di servizio.

  1. dallo schema individuato con l’accordo del 2 novembre 2011, Ferservizi ha previsto, solo per le aree Servizi Immobiliari e Servizi Amministrativi, una ripartizione e una diversa distribuzione delle attività, concentrandole sulla base della specializzazione,  su diverse sedi e all’interno dei singoli distaccamenti modificando la situazione attuale.

Come Organizzazioni Sindacali abbiamo richiesto alla Società la conferma che la redistribuzione delle attività non comporti lo spostamento dei lavoratori dalla loro sede di appartenenza.

Abbiamo chiesto inoltre: garanzie sui livelli occupazionali, sull’equa ripartizione dei carichi di lavoro e delle responsabilità e di conoscere quali iniziative formative Ferservizi metterà in campo per riprofessionalizzare i lavoratori interessati dal cambio di attività, evidenziando la necessità di dettagliare meglio le modalità di quella “on the job”.

Per quanto attiene la chiusura di alcune sedi periferiche, già preannunciata nei precedenti incontri, ed il trasferimento del personale ivi operante, abbiamo nuovamente chiesto garanzie e disponibilità a valutare alternative alla chiusura o comunque a trovare soluzioni meno traumatiche per le lavoratrici ed i lavoratori già in difficoltà.

La Società, pur ribadendo la necessità della chiusura di dette sedi, si è dichiarata disponibile al confronto con le strutture regionali interessate per individuare le possibili soluzioni.

Infine, abbiamo richiesto di conoscere l’articolazione della microstruttura ed in particolare quella del Distaccamento Servizi Comuni.

Considerata l’importanza del progetto, ci siamo riservati di darne una valutazione complessiva, previa verifica delle possibili ricadute sui territori. Pertanto è stata programmata, per il 12 giugno prossimo, una riunione di approfondimento. 

22/05/2013
 | Comunicati Stampa

In data 21 maggio 2013 si è tenuto l’incontro relativo al progetto di “Pulizia, decoro e piccola manutenzione delle stazioni”. 

La Società ha integrato quanto illustrato nei precedenti incontri con ulteriori elementi, evidenziando la necessità di un avvio del progetto, anche in forma sperimentale, in tempi brevi.

22/05/2013
 | Comunicati Stampa

Oggi si è tenuto il previsto incontro con RFI  in merito al progetto “ Decoro, pulizie e piccola manutenzione stazioni”, la cui finalità è trovare possibilità d’impiego al personale inidoneo o non riqualificabile. 

Rete Ferroviaria Italiana ha fatto presente che il progetto si pone come obbiettivo quello di internalizzare circa il 30% delle attività date in appalto alle ditte esterne per un valore pari a circa 20 milioni di euro. L’azienda ha illustrato la nuova organizzazione che assume la S.O. Terminali e Servizi a seguito della previsione di intensificazione delle attività. In sostanza nella S.O. Terminali e Servizi viene individuato un Reparto “Operativo” che gestisce tre Presidi: uno di manutenzione, uno di pulizia ed un altro di controllo.

Ogni Presidio sarà composto da squadre la cui quantificazione dovrà essere effettuata nell’ambito dei relativi incontri territoriali a secondo delle diverse  specificità. Sempre all’interno della S.O. Terminali e Servizi nella struttura Contratti e Servizi alla clientela vengono incluse le attività di “ controll room e guardiania”. Il Responsabile delle Relazioni sindacali ha proposto di avviare in via sperimentale il progetto in alcune realtà al fine di verificare eventuali correttivi.  

Considerato che il criterio per l’individuazione delle risorse transitate nella nuova struttura non trova corrispondenza con quanto da loro presentatoci nel corso del confronto ( inidonei ed risorse non utilizzate proficuamente) e che non condividiamo gli ambiti di utilizzazione proposti, RTM, in quanto hanno una estensione insostenibile; come UILTrasporti abbiamo fatto presente l’inopportunità di una avviare la fase sperimentale.

 A tal fine il Direttore Produzione ha dato la disponibilità che nell’ambito degli incontri territoriali ci siano delle verifiche sui criteri con cui sono state individuate le risorse assegnate, inoltre ha convenuto sull’inutilità di un fase di sperimentazione, ciò in virtù di advenire in primis su un’intesa nazionale che faccia da linee guida alla trattativa decentrata, tenendo presente anche che ogni realtà territoriale e diversa dall’altra; pertanto ha proposto la stesura di un verbale che contempli tutti i chiarimenti emersi nel corso delle diverse riunioni.

 Come Organizzazioni sindacali ci siamo riservati di valutare la proposta anche per valutare dettagliatamente le ricadute negli appalti.

17/05/2013
 | Comunicati Stampa
 
 
A fronte delle numerose criticità che i vari settori dei trasporti presentano nel quadro generale della attuale crisi del Paese, riteniamo necessaria ed urgente l’apertura di un confronto con il Ministro dei Trasporti On. Lupi dal quale ci aspettiamo una positiva condivisione di questa esigenza.
Ritardi e inefficienze nei comparti portuali, aeroportuali, marittimi, ferroviari e del trasporto pubblico locale costituiscono un peso non indifferente in tema di competitività, di sviluppo e di crescita dell’intera economia nazionale.
Queste vere e proprie diseconomie, causate anche da mancate sinergie e da strategie spesso divergenti e da evidenti carenze di infrastrutture e ancora prima da una inefficienza del sistema logistico, richiedono infatti un ripensamento generale dell’intero sistema del quale il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti dovrebbe esserne il promotore e il coordinatore essenziale. La costituenda authority avrebbe così una linea generale non solo regolatrice della concorrenza, ma anche della omologazione delle strategie atte a fare del sistema trasporti un volano per tutti gli altri settori produttivi.
Ci sono emergenze, (come ad esempio SEA Handling) che non soltanto mettono in pericolo l’occupazione di 2300 lavoratori ma che, se non affrontate e risolte nelle competenti sedi europee, rischiano di esportare le nostre carenze ai livelli internazionali.
Confrontarci dunque con il massimo responsabile della politica dei trasporti del nostro Paese non è soltanto una nostra esigenza ma probabilmente un’esigenza del Paese. Attendiamo quindi dal Ministro Lupi, nel quale riponiamo la nostra fiducia, di poterci incontrare e confrontarci. 
16/05/2013
 | Comunicati Stampa

Il 14 u.s. si è tenuto il previsto incontro con Rfi per quanto attiene la Sede Permanente sulla Sicurezza e sulla Formazione.

15/05/2013
 | Comunicati Stampa

In qualita' di Commissari Straordinari della Procedura Alitalia Linee Aeree Italiane S.p.A. in A.S., Vi comunichiamo che l'Ill.mo Sig. Giudice Delegato della Procedura, dott. Umberto Gentili, con decreto in data 22.04.2013, ha ordinato il deposito presso la Cancelleria del Tribunale Civile di Roma, sez. fallimentare, del primo piano di riparto parziale.
Ciascun creditore, nel termine perentorio di 15 giorni dalla ricezione della presente comunicazione, puo' proporre reclamo al Giudice Delegato contro il progetto di riparto ai sensi dell'art 36 L.F.
Ogni creditore puo' consultare il piano di riparto parziale accedendo sul sito web della procedura www.alitaliaamministrazionestraordinaria.it , dove il progetto di riparto e' pubblicato, al fine di garantire la riservatezza dei dati personali, e cosi' come disposto dal Giudice Delegato, senza l'indicazione del nominativo del creditore.
Al fine di permettere la liquidazione dell'importo attribuito, si invitano i creditori ad inviare le coordinate bancarie per il pagamento (codice IBAN) seguendo le istruzioni indicate sul sito web della Procedura.

14/05/2013
 | Comunicati Stampa

Nel pomeriggio di ieri alla Stazione di Napoli Centrale un manovratore dipendente di Trenitalia è stato vittima dell’ennesimo incidente mortale sul lavoro.

08/05/2013
 | Comunicati Stampa

Comuinicato esplicativo relativo all'accordo, sottoscritto il 26 aprile scorso presso il Ministero del Lavoro un accordo tra le Segreterie Nazionali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl Trasporti, Faisa-Cisal e le associazioni datoriali Asstra e Anav, che prevede la corresponsione di un acconto di 700 euro medi (par. 175) ai lavoratori delle aziende di trasporto pubblico locale.

08/05/2013
 | Comunicati Stampa

 

 Comunicato Stampa

del Segretario Generale Claudio Tarlazzi

 

Esprimo profondo cordoglio alle famiglie delle vittime per la tragedia del porto di Genova.

Un incidente gravissimo, che ha dell'incredibile, e di cui dovranno essere sicuramente accertate cause e responsabilità, al momento non ancora chiare.

Il porto è un'area sensibile per la sicurezza sul lavoro. L'incidente dimostra la necessità assoluta di non abbassare la guardia e di migliorare i presidi di sicurezza per le navi e per gli impianti portuali per far sì che incidenti del genere non si ripetano più.

Roma, 8 maggio 2013

UILTRASPORTI - Viale del Policlinico, 131 - 00161 Roma - Tel. 06 862671 - Fax 06 86207747
C.F. 80403560586
e-mail: administrator@uiltrasporti.it