Uiltrasporti

TRASPORTO AEREO - ASSISTENTI DI VOLO

Error
  • JUser: :_load: Unable to load user with ID: 73


PNC in CIGS lunga

In queste ore dei cialtroni stanno chiamando a casa i colleghi in CIGS, promettendo salvezza in cambio di delega, mentitori professionisti che vanno additati al disprezzo perenne.
Mettiamo fine a queste sconcerie, i fatti sono ben diversi:
Come noto, nell’enunciazione aziendale degli esuberi generati dal PIANO INDUSTRIALE ALITALIA - ETIHAD 2014 - 2018, sono stati inizialmente distinti gli esuberi generati dalle macchine messe a terra dal prossimo ottobre, pari a 258 suddivisi in 62 AVR2 e 116 AV da quelli attualmente in essere (CIGS a 0 ore) pari a 7AVR, 40 AVR2, 115 AV, per un totale di 162 risorse
.
Già in occasione del primo incontro (su due tavoli differenti), la posizione sindacale del Polo Naviganti (UILT, ANPAC, ANPAV e AVIA) é stata chiara: “non esiste e rispediamo al mittente la suddivisione di esuberi in classi”.
A precisa richiesta di chiarimenti in occasione del secondo incontro, l’Azienda "rimodulava" l’enunciazione del numero dei potenziali esuberi: 420 unità, suddivisi in ca. 102 AVR2 e 311 AV.
Alitalia sottolineava che il numero degli attuali CIGS a 0 ore non va inteso come un Gruppo già individuato di “Nomi e Cognomi” sicuramente destinatari di una lettera di Mobilità ma di un numero “corrispondente” da aggiungere ai 258, stante la riduzione stabile già generata dalla loro assenza.
A precisazione, l’Azienda chiariva che i criteri per individuare gli eventuali esuberi sarebbero stati discussi nell’ambito delle disposizioni di legge (apertura procedura, ecc.).
Questi i fatti, il resto è "vigliaccheria sindacale" che alimenta un clima di terrore per orientare, distogliere ed estorcere qualche delega utilizzando l''onda emotiva.
Estorcere é un reato e se qualche collega c’è ne fa denuncia scritta sarà nostra cura portarla avanti.
Ogni iniziativa attuata dai singoli colleghi che chiedono all'azienda di rientrare é una iniziativa legittima, fermo restando che nei prossimi giorni condivideremo con l'azienda le modalità per formalizzare tale manifestazione di intenti.
Tutto il resto è raggiro, prodotto da soggetti destinati a rimanere rumori di fondo.

Download attachments:
UILTRASPORTI - Viale del Policlinico, 131 - 00161 Roma - Tel. 06 862671 - Fax 06 86207747
C.F. 80403560586