Uiltrasporti



FS: Tarlazzi (UILT), privatizzazione: nessun elemento di carattere industriale, mera operazione di cassa

23/11/2015 | Comunicati Stampa

“Ribadiamo, come più volte dichiarato, che la privatizzazione del Gruppo Ferrovie dello Stato è una scelta che la Uiltrasporti non condivide essendo un’operazione politica sbagliata che va nella direzione opposta di ciò che servirebbe al Paese”. Lo riferisce il segretario generale della Uiltrasporti Claudio Tarlazzi.

"Non è, infatti, vendendo pezzi delle aziende che producono utili di bilancio che il nostro Paese tornerà a crescere. Soprattutto, come in questo caso, quando tali utili dovrebbero essere investiti per il miglioramento della qualità dei treni e dei collegamenti ferroviari, invece che doverli ripartire con gli investitori privati. Dal punto di vista infrastrutturale e dei collegamenti materiali e immateriali abbiamo, infatti, una Italia spaccata in due – continua - dove ad un Nord sufficientemente attrezzato per competere a livello internazionale si contrappone un Sud decisamente poco attrattivo per nuovi insediamenti produttivi e dove intere fasce della popolazione hanno una scarsa prospettiva di sviluppo socioeconomico. Questa operazione – conclude il segretario generale UILT - non ha nessun elemento di carattere industriale, né è volta alla valorizzazione del Gruppo quale asset strategico per il Paese, si caratterizza per essere una mera operazione di cassa. Il Governo, in nome dell’interesse generale, dovrebbe ripensarci”.

UILTRASPORTI - Viale del Policlinico, 131 - 00161 Roma - Tel. 06 862671 - Fax 06 86207747
C.F. 80403560586