Uiltrasporti

VIABILITA'



COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO UILTRASPORTI NAZIONALE/UILTRASPORTI CAMPANIA

Il reato per il quale le forze dell'ordine hanno arrestato il sindacalista della UILTRASPORTI Antonio Esposito rappresenta la negazione dell'attività del sindacato, la cui mission è rappresentare gli interessi collettivi delle lavoratrici e dei lavoratori e non certo il bieco interesse personale.

“Questo non solo ci indigna, ma ci danneggia profondamente dal punto di vista morale, etico e materiale, dando una pugnalata alle spalle a tutti i sindacalisti leali, onesti e di buona volontà  che, quotidianamente, sono al fianco dei lavoratori”. È quanto affermano Claudio Tarlazzi ed Antonio Aiello, rispettivamente Segretari generali della UILT Nazionale e della Campania.

“Questa vicenda ci lascia sbigottiti, anche perché da più di tre anni chiedevamo formalmente all’azienda TMP di versare i contributi sindacali trattenuti ai lavoratori,  senza mai avere risposte. Tanto che la UIL Trasporti della Campania ad inizio del 2016 ha attivato le procedure legali, mettendo in mora l’azienda per il mancato pagamento”, spiega Antonio Aiello. “Non avremmo mai pensato o sospettato che un delegato sindacale potesse infangare il nome della UIL con fatti così gravi” dichiarano Tarlazzi ed Aiello. 

La UIL Trasporti ha, con procedura immediata, sospeso da ogni incarico Antonio Esposito, avviando allo stesso tempo le procedure di espulsione dal Sindacato. Inoltre, vista la gravità della vicenda ed essendo la UIL stessa danneggiata pesantemente, la UIL Trasporti ha dato mandato ai suoi legali per la costituzione di parte civile a tutela degli interessi dei tanti lavoratori iscritti.

UILTRASPORTI - Viale del Policlinico, 131 - 00161 Roma - Tel. 06 862671 - Fax 06 86207747
C.F. 80403560586
e-mail: administrator@uiltrasporti.it