Uiltrasporti

TRASPORTO AEREO - PILOTI



ALITALIA: COORDINAMENTO NAZIONALE PN UILTRASPORTI

Il giorno 10 novembre 2016 si è riunito il Coordinamento Nazionale Piloti ed Assistenti di volo Uiltrasporti.

La riunione è stata caratterizzata dalla partecipazione congiunta  dei delegati PNT e PNC, data l’importanza e la delicatezza dei temi all'ordine del giorno.

  Il Coordinamento Nazionale ha approfondito i contenuti e gli effetti della sentenza emessa dal Tribunale di Civitavecchia a seguito del ricorso  ex articolo 28  Lg.300/1970 proposto e vinto da Uiltrasporti nei confronti di Alitalia,  per comportamento antisindacale, relativa alla unilaterale cancellazione dei titoli di viaggio c.d CFS/CAF e modifiche alle disposizioni contrattuali inerenti le agevolazioni di viaggio.

 

Il ripristino dello status quo ex ante delle concessioni di viaggio, che da sentenza dovranno restare attive fino a rinnovo contrattuale, e non fino al 31/12, come recentemente ed erroneamente affermato dal management aziendale, costituisce l’inequivocabile prova della bontà e della coerenza del lavoro esclusivo della Uiltrasporti, ed una vittoria sindacale storica ed indiscutibile, anche per le motivazioni della sentenza stessa, che sanciscono in maniera inconfutabile la illegittimità degli atti posti in essere da Alitalia sin dal giugno 2016.

I fatti ci hanno dato ragione: abbiamo promosso e sostenuto uno sciopero giusto contro un atteggiamento aziendale irrispettoso delle leggi, degli accordi e delle persone,  chiaramente mirato ad indebolire la nostra categoria ed il Sindacato, con una partecipazione totalitaria di Piloti ed AAVV come non si verificava da molti anni, che ha rappresentato un segnale chiaro circa  la imprescindibilità del rispetto dei ruoli e delle corrette relazioni industriali.

Non ci siamo piegati ed abbiamo contrastato in ogni modo  le derive autoritaristiche diametralmente opposte ai principi democratici e di rispetto del lavoro e delle persone  sui quali si fondano il nostro ordinamento giuridico e la cultura del nostro Paese.

Il lavoro continuo di mediazione ha successivamente portato, lo scorso 18 settembre, ad un accordo positivo, che ha interrotto il conflitto, sacrosanto e necessario strumento di lotta che però non può,  e non deve mai essere, strumentale o, peggio, fine a se stesso, pena la vanificazione  dell'azione sindacale e l'indebolimento della categoria.

L’estrema ratio del ricorso alla legge, condotto in splendida solitudine, ha reso giustizia ai Piloti, agli Assistenti di Volo ed alla nostra Organizzazione che ci ha creduto ed investito per riparare ad un torto perpetrato violando i diritti dei Naviganti.

Nemmeno chi ora sta continuando a strumentalizzare i fatti, inventandosi percorsi fantasiosi di protesta,  ha mai provato a mettersi in gioco veramente nel fare qualcosa per la nostra categoria.

E i risultati oggi sono davanti ai nostri occhi: c’è chi parla, chi scrive, e chi invece lavora seriamente, portando risultati tangibili, esponendosi nella consueta splendida solitudine.

Esaurito il punto precedente, il Coordinamento ha dibattuto il tema  delle  indiscrezioni stampa, e delle insistenti varie e contrastanti voci, che si inseguono circa il piano industriale di Alitalia.

È necessario rammentare,che il piano industriale comunicato da Etihad, all'atto del suo ingresso nel capitale di Alitalia, ed in base al quale  il PN del Gruppo ha sopportato sacrifici occupazionali ed economici senza precedenti, avrebbe dovuto portare uno sviluppo consistente nel lungo raggio, con l’ingresso in flotta di decine di aerei wide body. 

 

Di questo sviluppo, ad oggi, si è visto ben poco.

  

Ne consegue,  quindi,  che tutta  la nostra attenzione ed impegno  debbono ora essere rivolti al prossimo piano industriale  di Alitalia che dovrà contenere gli impegni  di sviluppo necessari ed idonei  a garantire il futuro della nostra Compagnia.

Non sarebbe, infatti, accettabile immaginare un progetto caratterizzato dagli effetti occupazionali che in questi giorni trapelano sugli organi di stampa,  e dei quali abbiamo chiesto ufficiale smentita ad Alitalia, che si è espressa in merito per bocca del suo A.D. 

Il massimo  sforzo verrà prodotto  nel rinnovo del contratto, la cui piattaforma è in fase di definizione finale, e sul quale ci misureremo, sin dalle prossime settimane, senza temere di mettere nuovamente in atto ogni iniziativa sindacale qualora si rendesse necessario farlo. 

Come sopra riassunto e dimostrato nei fatti, non abbiamo alcuna remora a mettere in atto ogni azione sindacale prevista, in maniera efficace e senza ripercussioni negative per i colleghi, quando indispensabile al raggiungimento degli obiettivi prefissati,  in maniera coerente ed utile, non strumentale o populistica e fine a se stessa.

Il Coordinamento Nazionale Piloti ed Assistenti di Volo ha, infine, riconfermato  la linea politica sinora attuata conferendo mandato al Coordinatore Nazionale PN ed alla Segreteria a  procedere nella direzione congiuntamente individuata.

COORDINAMENTO NAZIONALE PILOTI ED ASSISTENTI DI VOLO UILTRASPORTI

Download attachments:
UILTRASPORTI - Viale del Policlinico, 131 - 00161 Roma - Tel. 06 862671 - Fax 06 86207747
C.F. 80403560586