Uiltrasporti

MOBILITA' - TRASPORTO FERROVIARIO



MERCITALIA RAIL: incontro di verifica congiunta

28/06/2017 | Note FSI

Il 27 giugno si è svolto l’incontro programmato con Mercitalia Rail (MIR), in cui si sono affrontate le tematiche di verifica congiunta relativa all’applicazione della nuova normativa contrattuale sulle attività già avviate e lasciate in sospeso nei mesi scorsi. Esse hanno riguardato:

·      RFR eccedenti le 24 ore
·      Flex in gestione operativa 
·      Refezione
MIR ha esordito affermando che il budget aziendale non è in linea con quanto previsto, poiché non si registra un aumento di km/treno. Al contrario, si rileva una contrazione nella produzione. Pertanto, al fine di rimanere nei margini di quanto preventivato, l’azienda deve razionalizzare i costi, come ad esempio quello di internalizzazione dei servizi amministrativi. 
Nei primi 5 mesi dell'anno la produttività, in base all'applicazione dei due contratti, si è stabilizzata al 4%; trend che non permette di raggiungere la produttività prevista nel budget del 11%, che tiene conto di tutte le flessibilità presenti in entrambi i contratti (Attività Ferroviarie – Aziendale FSI).
Nei fatti, MIR a fronte di questo risultato chiede ulteriori flessibilità da concordare a livello nazionale, quali:
·    Turni senza l’esigibilità della pausa della refezione;
·    Aumento degli RFR diurni da 1 a 3 al mese riconoscendo al secondo RFR circa 30€ e 50€ al terzo RFR diurno;
·    Aumento del numero degli RFR da 6 a 7/8 al mese, riconoscendo dai 30€ ai 50 €;
·    Condivisione di un impegno superiore ad 1 ora per la terza notte.

Come UILTRASPORTI, a fronte di queste richieste abbiamo sostenuto che prima di chiedere altre flessibilità con ulteriori conseguenti sacrifici del personale, è necessario che MIR si organizzi per eliminare le diseconomie e presentarci una seria e mirata organizzazione del lavoro.

In merito alla fruizione del pasto, ribadiamo che deve rimanere valido quanto previsto in entrambi i contratti. Non siamo disponibili modificare quanto previsto per la refezione, salvo la volontarietà dei lavoratori.

La UILTRASPORTI ribadisce che MIR deve dimostrare un notevole cambio di passo producendo la redditività prevista dal budget, solo allora sarà possibile affrontare criticità mirate. Inoltre, è necessario rispettare quanto previsto dai contratti in materia di trattativa territoriale. 

Abbiamo posto anche il tema dei Macchinisti e TPT di Serfer, che non sono utilizzati proficuamente e nei fatti subiscono notevoli decurtazioni di salario.

UILTRASPORTI - Viale del Policlinico, 131 - 00161 Roma - Tel. 06 862671 - Fax 06 86207747
C.F. 80403560586
e-mail: webmaster@uiltrasporti.it