Uiltrasporti

TRASPORTO MARITTIMO



PORTI E MARITTIMI: da istituzioni indifferenza ai problemi. Sciopero 11 maggio

 COMUNICATO STAMPA UNITARIO 

Porti: Sindacati, da istituzioni indifferenza a problemi settore. Sciopero 11 maggio

Roma 4 maggio - “Registriamo una totale indifferenza da parte delle istituzioni sulle richieste di incontro in merito alle violazioni della normativa del settore portuale”. Lo denunciamo unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti ricordando che “per il prossimo 11 maggio abbiamo indetto lo sciopero nazionale di portuali e marittimi sui molti casi di autoproduzione di operazioni portuali, in alcuni casi non autorizzate, che denotano grandi responsabilità delle Autorità di Sistema Portuale”.

“Tra i motivi dello sciopero - spiegano le tre organizzazioni sindacali - lo svilimento del ruolo di regolazione delle AdSP sul mercato del lavoro e delle imprese, oltre a un’interpretazione autoreferenziale del modello di rappresentanza sociale degli Organismi previsti dalla legge. A ciò si aggiunge l'assenza pressoché totale in molti porti della vigilanza sulla sicurezza del lavoro, disapplicando anche previsioni contrattuali sui protocolli”.

Secondo Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti infine “è una situazione da cui è indispensabile uscire, altrimenti si corre il serio rischio di aggravare le relazioni sindacali con la conseguente intensificazione delle iniziative di protesta. Stiamo contrastando scenari che - concludono le tre organizzazioni sindacali - vanno nella direzione opposta allo sviluppo economico ed occupazionale dei porti e dello shipping nazionale ed a quanto contemplato dalla normativa vigente”.

UILTRASPORTI - Viale del Policlinico, 131 - 00161 Roma - Tel. 06 862671 - Fax 06 86207747
C.F. 80403560586
e-mail: administrator@uiltrasporti.it