Uiltrasporti



COMUNICATO UNITARIO Filt-Cgil, Fit-Cisl UilTrasporti/Porto Trieste, Sindacati: Scioperi contro ennesimo incidente sul lavoro

19/02/2014 | Comunicati Stampa

 

 

Roma, 19 febbraio - Questa mattina è avvenuto l’ennesimo incidente mortale di un lavoratore portuale. L’incidente è avvenuto nel porto di Trieste e le cause sono ancora in fase di accertamento da parte degli Organi preposti.

Le Organizzazioni sindacali territoriali hanno proclamato lo sciopero immediato di 24 ore.

 

Le Segreterie Nazionali di Filt-Cgil, Fit-Cisl e UilTrasporti rivolgono il loro pensiero alla famiglia del lavoratore del porto di Trieste e, in attesa che le indagini chiariscano la dinamica del drammatico incidente, richiamano nuovamente l’attenzione sull’elevato rischio del lavoro nel settore portuale. Settore che merita un’attenzione adeguata, da parte delle Istituzioni ministeriali e di Governo, e non l’inaccettabile temporeggiamento nell’attuazione dei necessari provvedimenti a tutela della salute e sicurezza dei lavoratori e di quanti operano negli ambiti portuali.

Ancora oggi, nonostante si sia concluso da tempo il confronto tra le parti sociali e i Ministeri competenti, i Governi che si sono succeduti non hanno provveduto ad emanare i necessari provvedimenti di aggiornamento del decreto legislativo 272/99, nonostante le ripetute sollecitazioni da parte delle Organizzazioni sindacali, e in particolare i regolamenti attuativi del D.L. 57/12 “Sicurezza nei luoghi di lavoro settore trasporti e microimprese”.

Questa ennesima tragedia deve indurre tutti i lavoratori a una attenta riflessione sui rischi che quotidianamente si manifestano nelle attività portuali in tutte le loro fasi.

Pertanto, le Segreterie Nazionali invitano tutte le strutture a promuovere iniziative di astensione dal lavoro di un’ora alla fine di ogni turno nella giornata di domani 20 febbraio 2014 di tutti i lavoratori dei porti (Autorità Portuali, imprese ex artt. 16, 17, 18 L. 84/94) in segno di lutto.

 

 

UILTRASPORTI - Viale del Policlinico, 131 - 00161 Roma - Tel. 06 862671 - Fax 06 86207747
C.F. 80403560586