Uiltrasporti

TRASPORTO AEREO - ASSISTENTI DI VOLO



Assistenti di Volo ETF

19/10/2011
 | Assistenti di Volo ETF

Lettera ad Enac relativa a possibili modifiche FTL proposte da EASA

13/10/2011
 | Assistenti di Volo ETF

Aggiornamento Lavori Commissione Nuove FTL

12/07/2011
 | Assistenti di Volo ETF

Campagna  Europea per regolamentare l' effettivo controllo e riduzione del peso del bagaglio passeggeri

13/01/2011
 | Assistenti di Volo ETF

Vi inviamo un breve resoconto dell’ incontro svoltosi l’ 1 ed il 2 dicembre a Bruxelles suproblematiche inerenti:


• Bagagli a bordo
Nonostante ci sono dei limiti da rispettare e le cappelliere siano tarate per un certo peso, i passeggeri continuano a portare troppi bagagli a bordo. Questo si verifica perché non c’ è abbastanza collaborazione con il personale di terra. Ci proponiamo di trovare un terreno comune tra personale di volo e personale di terra, mettendo insieme delle proposte concrete da presentare, per creare un social dialogue. Sin da ora si è istituito un gruppo di lavoro attraverso il quale verranno evidenziate le peggiori esperienze di viaggio. Questo lavoro andrà avanti fino alla fine di gennaio. Bisogna puntare sulla questione safety e su come e quanto, tali bagagli possano influire sulla nostra safety a bordo e sulla nostra salute.
 

• Maternità
Vi è una proposta dell’ Agenzia Europea Sicurezza al Volo “EASA” su un possibile prolungamento dell’ attività lavorativa fino a 16 settimane. Le EASA non considerano la maternità fino al 6° mese come di ostacolo alla sicurezza a bordo. Alla base di questa proposta vi è la considerazione di una evidente differenza/discriminazione tra personale di terra e personale di volo in termini di tempo e di stipendio. Stiamo lavorando per assicurare che tale proposta non venga accettata e per continuare a garantire la massima protezione alla categoria.
Consideriamo utile far circolare tra le varie OO/SS che aderiscono all’ ETF, un questionario sulla maternità, in modo che ogni paese fornisca tutte le informazioni su questo argomento e sia più semplice dare inizio ad un social dialogue che favorisca consultazioni e scambi di informazioni tra rappresentanti del governo, datori di lavoro e lavoratori.


• Problematiche FTL
E’ stata fatta solo una breve introduzione su una proposta di nuovi limiti FTL che sono peggiorativi sicuramente per quanto riguarda sopratutto il minimum rest che da 8 ore passa a 7.30. E’ scaturita una discussione sulla nozione fatigue. Secondo Easa la fatigue dipende da quanto un cabin crew può garantire la safety a bordo. Dal nostro punto di vita la safety è, non solo la conoscenza professionale delle norme di sicurezza, ma viene garantita anche dal rispetto della fatica operazionale. Va sottolineata l’ importanza della medical fitness (visita medica) a tutela sia della persona che del lavoro che svolge. Infatti se si potrà stare a bordo con problemi di salute di vario genere, viene meno il concetto sia di safety che di fatigue.Determinati nel voler sensibilizzare tutti i livelli sia datoriali che governativi su tale argomento e per sottolineare l’ importanza di avere una buona regulation, stiamo pensando di organizzare un altro Action Fatigue Day. Siamo tutti invitati a proporre delle idee per raggiungere tale obbiettivo.


• Riserva
Abbiamo infine introdotto la problematica riserva in campo, che è considerata in modo diverso nelle varie compagnie e che comporta discriminazioni operative ed economiche. Approfondiremo queste tematiche nei prossimi incontri.

Page 2 of 2
UILTRASPORTI - Viale del Policlinico, 131 - 00161 Roma - Tel. 06 862671 - Fax 06 86207747
C.F. 80403560586
e-mail: administrator@uiltrasporti.it