Uiltrasporti

AMBIENTE-LOGISTICA-PORTI


28/01/2015
 | Attività e Comunicati: Porti

“In una fase convulsa e caotica per la riforma della legislazione portuale, dove si stanno contrapponendo posizioni e logiche diverse provenienti da più Ministeri, occorre ribadire la necessità e l’urgenza di un’azione politica che rilanci lo sviluppo dei Porti italiani e salvaguardi il lavoro, oggi sempre più ostaggio della crisi e delle logiche di profitto perseguite dalle compagnie di shipping – lo riferisce in una nota il segretario nazionale della Uiltrasporti Marco Odone.

27/01/2015
 | Attività e Comunicati: Porti

“L’ennesimo “altolà” imposto allo sviluppo del Porto di Taranto conferma una situazione assurda e paradossale - lo riferisce in una nota il segretario nazionale della Uiltrasporti Marco Odone.
 
Senza i dragaggi non riprendono i traffici e senza traffici non c’è lavoro. Questo non è un sillogismo ma la dura realtà dei fatti.

20/01/2015
 | Attività e Comunicati: Porti

In questi ultimi anni il sistema portuale italiano ha dato una grande prova di tenuta (economica e sociale) in un periodo storico caratterizzato da una sfavorevole congiuntura economica e dalle sfide sempre più estreme della competizione che stanno mettendo a dura prova la tenuta degli equilibri del mondo portuale, con gravi effetti sulla tenuta salariale ed occupazionale.

15/01/2015
 | Attività e Comunicati: Porti
Si pubblicano le missive inviate da Assoporti al Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti a seguito delle modifiche al D.L. 78/10 introdotte dalla L. 190/2015 (c.d. Legge di Stabilità 2015).
01/08/2014
 | Attività e Comunicati: Porti

In data odierna si è svolta presso il mit, la riunione per dirimere l' annosa questione dell'erronea applicazione del Dl 78/ 10 ai dipendenti delle Autorità Portuali che oltre a ridurre pesantemente il potere di acquisto di 1200 lavoratori rischia di minare le basi stesse del contratto dei porti e quindi della legge 84/94. La volontà politica manifestata in più occasioni dal Governo, di risolvere questa problematica ad oggi non si è di fatto ancora sostanziata, nonostante i ripetuti incontri svolti presso il mit e gli scioperi a cui hanno aderito tutti i lavoratori portuali. Come congiuntamente ad Assoporti abbiamo pertanto chiesto al MIT e al MEF, presenti al suddetto incontro, di chiarire definitivamente la questione in via amministrativa, tramite una circolare, nelle more di un intervento legislativo e di sospendere i recuperi economici che stanno gravando sui salari dei dipendenti delle AP. Il MEF si è dichiarato disponibile ad approfondire la questione ed il tavolo è stato pertanto aggiornato dopo la pausa estiva.

23/06/2014
 | Attività e Comunicati: Porti
23/05/2014
 | Attività e Comunicati: Porti

Roma 23 maggio - “Collocare le Autorità Portuali nell’ambito della riforma Pubblica Amministrazione produce un’involuzione del sistema dei trasporti nazionale con ricadute sociali pesanti e alcun beneficio per l’interesse generale” E’ quanto sostengono Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti in merito alla riforma della P.A., varata dal Governo Renzi che prevede al punto 31 la razionalizzazione della Autorità Portuali e sottolineando unitariamente che “l’ottimizzazione delle A.P. rappresenta un fattore centrale della riforma portuale”.

21/01/2014
 | Attività e Comunicati: Porti

Il Segretario Generale UILT, alla fine dell'incontro con Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Lupi, ha dichiarato “Il Piano Nazionale degli Aeroporti si incardina nel contesto di pianificazione infrastrutturale nonché di raccordo anche con i Porti quali primari nodi logistici per l’approvvigionamento delle materie prime e la distribuzione dei prodotti finiti. Solo attraverso la Stampa, apprendiamo essere in atto consultazioni del Ministero su una presunta riconfigurazione dei Porti di interesse strategico, sedi di Autorità Portuali. La Uiltrasporti da sempre ha espresso la necessità che le competenze vadano oltre i confini fisici di ogni singolo Porto per determinarne una Authority di sistema. La logica di allargare i confini delle competenze di ogni singola Autorità Portuale per realizzare una più utile integrazione con la logistica terrestre è un obiettivo da raggiungere per abbattere i costi del processo distributivo, per razionalizzare gli investimenti sulla base della vocazione specialistica di ciascun Porto e rendere efficiente l’intero sistema. Ciò però non deve portare l’idea che alcuni Porti possano essere emarginati ed esclusi dalle politiche di sviluppo di questo Paese. Ogni Porto rappresenta un elemento di potenzialità per il territorio circostante ed inserito in un sistema allargato rappresenta un punto di forza di tale contesto. Ci aspettiamo, pertanto, una convocazione dal Ministro Lupi così come è avvenuto per il Trasporto aereo per mettere a confronto anche con le OO.SS. la bozza elaborata sulla portualità”.

UILTRASPORTI - Viale del Policlinico, 131 - 00161 Roma - Tel. 06 862671 - Fax 06 86207747
C.F. 80403560586
e-mail: webmaster@uiltrasporti.it