Uiltrasporti

VIABILITA'



Macchinista aggredito: Sindacati, serve convocazione Ministeri su sicurezza

27/04/2021 | Ufficio stampa

Roma 27 aprile - “L’escalation degli ultimi mesi delle aggressioni ai danni del personale del trasporto pubblico locale e ferroviario dimostra che i mezzi pubblici, autobus e treni, e le stazioni, sono aree minacciate da fenomeni di conflitto nelle quali si è determinato un sentimento di insicurezza diffuso sia fra gli operatori del settore, sia fra gli utenti”. Lo affermano unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Fast Confsal e Ugl Ferrovieri a seguito dell’aggressione ad un macchinista Trenord, chiedendo che “le aziende si costituiscano parte civile nei confronti degli aggressori”.


“E’ fondamentale - chiedono le organizzazioni sindacali - dare seguito al percorso relazionale avviato con il Viminale sul tema aggressioni ai lavoratori con il coordinamento del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili per implementare nuove misure di sicurezza negli ambienti ferroviari e per questo è urgente una convocazione da parte dei due Ministeri interessati”.

“Come Federazioni nazionali dei Trasporti - affermano infine Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Fast Confsal e Ugl Ferrovieri - sosteniamo la mobilitazione del personale Trenord per la sicurezza di chi lavora e di chi viaggia”.

UILTRASPORTI - Viale del Policlinico, 131 - 00161 Roma - Tel. 06 862671 - Fax 06 86207747
C.F. 80403560586