RIDARE DIGNITA' AL PAESE, ALLE PERSONE, AL LAVORO.

Trasporto aereo, Uiltrasporti: domenica 17 luglio 4 ore di sciopero lavoratori Easyjet e Volotea

Trasporto aereo, Uiltrasporti: domenica 17 luglio 4 ore di sciopero lavoratori Easyjet e Volotea

“Domenica 17 luglio le lavoratrici e i lavoratori delle compagnie aeree di EasyJet e Volotea, insieme a quelli di Ryanair, incroceranno nuovamente le braccia, questa volta per 4 ore”.

Ad annunciarlo la Uiltrasporti che prosegue: “Nonostante la riduzione delle ore di sciopero da 24 a 4 imposta dalla Commissione di Garanzia per gli scioperi, piloti e assistenti di volo di queste compagnie porteranno avanti, nel rispetto delle regole, questa nuova azione di protesta visto il perdurare delle inaccettabili condizioni in cui sono costretti a lavorare.

In particolare per quanto riguarda EasyJet continua l’azione di lotta per protestare contro la compressione dei diritti dei lavoratori culminata in licenziamenti ingiustificati, contro la mancanza di solidità operativa e il totale degrado delle relazioni industriali, a danno di passeggeri e equipaggi, in una stagione già molto complicata per il Trasporto Aereo che cerca di riprendersi.

In Volotea – continua la Uiltrasporti – la protesta continua contro l’atteggiamento aziendale che lede i diritti dei lavoratori per il mancato adeguamento delle retribuzioni minime secondo l’articolo 203 del decreto concorrenza e per le numerose azioni unilaterali con un ulteriore abbassamento dei salari giustificato da accordi individuali e pseudo-volontari. A questo si aggiunge una totale inadeguatezza dei turni di lavoro molto intensi.

Nei giorni scorsi abbiamo richiesto al Ministero delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili l’attivazione di un tavolo di crisi del trasporto aereo che coinvolga le low cost, per gestire in modo urgente le problematiche legate al tema salariale e alle condizioni di lavoro, con l’applicazione dell’articolo 203 del Decreto Rilancio. Ci auguriamo di ricevere al più presto segnali positivi di apertura alle nostre richieste, in caso contrario saremo costretti a portare avanti ancora la nostra azione di protesta per tutto il periodo estivo.”