Uiltrasporti

VIABILITA'


01/03/2021
 | Ufficio stampa

Roma, 1 marzo - “Bene aver condiviso la necessità di un confronto costante e periodico sui trasporti”. Lo riferiscono unitariamente i segretari generali di Filt-Cgil, Stefano Malorgio, Fit-Cisl, Salvatore Pellecchia e Uiltrasporti, Claudio Tarlazzi che, questa mattina, hanno incontrato in modalità videoconferenza il Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, aggiungendo che “gli incontri proseguiranno con cadenza quindicinale”.

26/02/2021
 | Ufficio stampa

Roma 26 febbraio - "E’ inconcepibile il silenzio del Ministero dei Trasporti che mette a serio rischio i collegamenti da e per le isole, sia maggiori che minori, coinvolgendo i traffici passeggeri e merci, il cui blocco determinerebbe il fallimento del diritto alla mobilità oltre agli ingenti danni all’economia dei territori coinvolti". Lo affermano Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti sui collegamenti in continuità con le isole, rilevando che "ad oggi non c’è ancora alcun provvedimento del Ministero".

"Sull'imminente scadenza del 28 febbraio, seppur annunciata - proseguono le organizzazioni sindacali - non rileviamo alcun atto ministeriale volto a dare continuità ai servizi in questione, considerando che le fasi di gara per i nuovi affidamenti sono partite in ritardo e, conseguentemente, necessitano di tempo per individuare i nuovi gestori".

"E’ necessario e indispensabile - sottolineano infine Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti - che già nelle prossime ore il Ministero dia un segnale di continuità in merito ai nuovi affidamenti per tutelare i posti di lavoro ed i salari dei tanti marittimi che operano nelle linee in convenzione ".

25/02/2021
 | Ufficio stampa

Roma, 25 febbraio - “I rider non posso essere considerati lavoratori autonomi, non possono non essere tutelati e soprattutto devono avere il giusto riconoscimento giuridico normativo salariale”. Così Il Segretario generale Uiltrasporti commenta le ultime vicende che riguardano i lavoratori rider.

25/02/2021
 | Ufficio stampa

Roma, 25 febbraio – “Concluso il percorso di rinnovo del contratto collettivo nazionale dei lavoratori dei porti che avrà validità dal 1° gennaio 2021 sino al 31 dicembre 2023”. Ne danno notizia i segretari generali di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti Stefano Malorgio, Salvatore Pellecchia e Claudio Tarlazzi, spiegando che: “è un rinnovo contrattuale che riguarda circa 20mila addetti, ai quali consegna un aumento a regime pari a 110 euro di cui 10 euro destinati al Fondo di accompagnamento all’esodo anticipato più un’una tantum di vacanza contrattuale pari a 300 euro per il periodo 2019/2020”.

Concludono Malorgio, Pellecchia e Tarlazzi: “La firma del contratto è importante per l’intero settore che non si è mai fermato seppur coinvolto dagli effetti della pandemia. Un rinnovo, questo, che ancora di più afferma la centralità del contratto collettivo quale strumento regolatorio dell’intero settore chiamato ad affrontare non poche sfide, a partire dalla rinascita economica italiana post pandemia”.

24/02/2021
 | Ufficio stampa

Roma, 24 febbraio – “Esprimiamo profondo cordoglio per la morte del lavoratore marittimo imbarcato in qualità di nostromo sulla nave traghetto Elio, avvenuta stamani durante le operazioni di ormeggio al molo Norimberga di Messina e ci uniamo al dolore dei familiari e dei colleghi”. È quanto dichiarano le Segreterie nazionali di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti, aggiungendo che: “In attesa che si faccia luce sulla dinamica dell’incidente, in modo da promuovere l’adozione di misure di sicurezza più efficaci e specifiche per il settore, sottolineiamo che ancora una volta ci troviamo a piangere una vita umana per un incidente sul lavoro. È una tragedia che si aggiunge a una interminabile lista di vittime e che ripropone per l’ennesima volta la necessità di un maggiore impegno di tutti, preventivo e formativo, sui temi della sicurezza sul lavoro”.

Proseguono Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti: “La prevenzione degli infortuni sui luoghi di lavoro è un fattore di assoluta deterrenza per questi tragici accadimenti. Per raggiungere l'obiettivo di azzerare i rischi nei luoghi di lavoro è necessario un approccio culturale diverso, più orientato alla salvaguardia della salute che alla ricerca del mero profitto. Le scelte economiche delle aziende e le mancate risposte sui temi della sicurezza complicano il quotidiano impegno del sindacato nella difesa della salute e della sicurezza nel mondo del lavoro. È indispensabile e vitale investire nel lavoro sicuro, stabile e tutelato e dare immediato avvio ad un confronto permanente con tutte le controparti, Governo, aziende ed enti, per realizzare intese e azioni utili a garantire la migliore sicurezza possibile sul lavoro a partire da una campagna straordinaria di formazione, informazione e diffusione della cultura della sicurezza”.

24/02/2021
 | Ufficio stampa

Roma 24 febbraio - “Risposte sulla crisi del trasporto aereo”. E’ quanto chiedono al nuovo Governo Filt Cgil e Uiltrasporti, annunciando per domani giovedì 25 febbraio una manifestazione nazionale a Roma a piazza Montecitorio a partire dalle 10.30, alla presenza dei segretari generali della Filt Cgil, Stefano Malorgio e della Uiltrasporti, Claudio Tarlazzi

Quella del trasporto aereo - denunciano Filt Cgil e Uiltrasporti - è una situazione drammatica con decine di aziende in crisi e in liquidazione come Alitalia, Air Italy, Norwegian, Ernest, Blue Panorama, in grave crisi anche gli aeroporti, le aziende di handling, di catering e l’indotto. Sono di conseguenza a rischio immediato 40 mila posti di lavoro a tempo indeterminato, oltre a 10 mila stagionali ed a tempo determinato”.

“Dal nuovo esecutivo - spiegano infine le due organizzazioni sindacali dei trasporti della Cgil e della Uil - ci aspettiamo immediatamente una sede di confronto sulla crisi del settore, la proroga del blocco dei licenziamenti, ammortizzatori sociali adeguati per il superamento della crisi, una riforma del settore contro il dumping sociale e la concorrenza selvaggia, investimenti in progetti industriali strategici per garantire il futuro dei lavoratori e delle imprese, ed una presa di posizione netta nei confronti dell’Europa per garantire il pagamento degli stipendi dei lavoratori di Alitalia in A.S. e per far prendere avvio al più presto alla newco Alitalia Ita”.

24/02/2021
 | Ufficio stampa

Roma, 24 Febbraio - “I problemi di cassa di Alitalia e il rinvio del pagamento degli stipendi dei dipendenti sono segnale della grave situazione economica e incertezza in cui versa.

La situazione è insostenibile, coinvolge migliaia di lavoratori e le loro famiglie: chiediamo al Governo l’apertura immediata di un tavolo di confronto con Mise, Mit e Ministero del lavoro che garantisca soluzioni concrete per i pagamenti degli stipendi, sulla mancanza di liquidità di cassa abbiamo chiesto da tempo attenzione da parte del Governo affinché si faccia sentire in Europa che sembra discriminare il nostro Paese e non ci spieghiamo questo atteggiamento.

In questo quadro non si accelerano le scelte per il rilancio di It,a secondo noi deve essere avviata una trattativa privata a lotto unico di tutti i compendi della vecchia Alitalia, aviation, manutenzione ed handlng, parliamo di una compagnia full carrier e deve avere le stesse possibilità delle altre compagnie europee di poter acquistare in trattativa provata."  

24/02/2021
 | Ufficio stampa

Il Segretario Nazionale Uiltrasporti del Trasporto Aereo, Ivan Viglietti, intervistato dai Rainews24 a margine dell’incontro con il Commissario Giuseppe Leogrande: “Situazione drammatica per Alitalia. La compagnia pagherà in ritardo gli stipendi di febbraio e non anticiperà ai dipendenti la quota base della cassa integrazione. La liquidità è quasi a zero..."...

23/02/2021
 | Ufficio stampa


ROMA 23 FEBBRAIO - “Chiediamo l’immediato ritiro delle pretestuose e inaccettabili richieste delle parti datoriali e qualora l’atteggiamento non venisse modificato saremo costretti a mettere in campo ogni azione utile affinché si proceda al rinnovo del contratto scaduto da 14 mesi”. Così Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti a conclusione dell’incontro con le parti datoriali per il rinnovo del ccnl logistica trasporto merci e spedizioni.

“L’incomprensibile posizione delle aziende ha interrotto il negoziato - spiegano le organizzazioni sindacali - mentre noi vogliamo approdare ad una maggiore qualificazione del settore dei trasporti e della logistica. Le controparti ci presentano un elenco che palesa una riduzione dei diritti dei lavoratori sotto il profilo del costo del lavoro, delle tutele sindacali e la decurtazione del trattamento economico, per elencare solo alcuni dei punti più critici.”


“Durante la fase pandemica - concludono Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti - la logistica, l’ultimo miglio delle consegne e l’autotrasporto hanno rappresentato un elemento centrale per la tenuta dell’Italia e meritano il giusto riconoscimento e il giusto rispetto”.

23/02/2021
 | Ufficio stampa

Roma, 23 febbraio - “Compito del nuovo Governo è far capire all’Europa che l’autorizzazione all’erogazione dei ristori per i danni Covid è funzionale al pagamento degli stipendi e dei fornitori della vecchia Alitalia fino alla nascita della nuova Compagnia di bandiera il cui iter deve essere accelerato.” Così il Segretario Generale della Uiltrasporti, Claudio Tarlazzi, e il Segretario Nazionale per il Trasporto Aereo, Ivan Viglietti, che dichiarano: “il Parlamento italiano ha già votato per l’erogazione dei fondi perché è una esigenza dello Stato e quindi l’Europa deve prenderne atto con la trasparenza necessaria ma senza discriminare il Paese visto che alle altre compagnie sono stati concessi fondi molto più ingenti di quelli messi a disposizione per l’Italia”.

“Inoltre - proseguono i due Segretari -  il Governo italiano ha previsto una norma che consente al Ministero dello Sviluppo economico di anticipare le somme mensilmente senza dover attendere l’autorizzazione da parte dell’Europa. Questo è necessario per la tutela dei lavoratori di Alitalia in A.S. fin tanto che la newco Alitalia-Ita non prenderà avvio e auspichiamo che ciò avvenga al più presto”.

“Riteniamo che per l’acquisizione della nuova Ita, spiegano Tarlazzi e Viglietti, si avvii al più presto una trattativa privata ma con un lotto unico per aviation, manutenzione, handling ed una flotta adeguata rispetto alle previsioni del piano industriale. Non solo per tutelare tutte le professionalità e i lavoratori ma anche per motivi industriali perché la newco priva dell’handling e della manutenzione sarebbe fortemente penalizzata rispetto ai competitors europei. Inoltre, l’articolazione societaria già garantisce discontinuità e permette in un secondo momento l’ingresso di privati con quote di minoranza. Questo è il momento di ricostruire la nostra Italia, rilanciando tutto il comparto del trasporto aereo e attraverso la rinascita di una compagnia di bandiera che risponda alle necessità del Paese e del Turismo, in discontinuità con le ultime gestioni dei privati che ne hanno prodotto il dissesto”.

“Questo tema e più complessivamente il problema dell’intero settore, saranno oggetto della manifestazione di dopo domani, giovedì 25 febbraio, in piazza Montecitorio a Roma”.

Page 1 of 6
UILTRASPORTI - Viale del Policlinico, 131 - 00161 Roma - Tel. 06 862671 - Fax 06 86207747
C.F. 80403560586