RIPARTIRE DAL BUON LAVORO
PER RICOSTRUIRE IL PAESE

Equipaggi Trenitalia: servono decisi passi avanti

Equipaggi Trenitalia: servono decisi passi avanti

Roma, 27 gennaio 2021 – Nella giornata di ieri, a seguito della nota unitaria del 13/01/21 e nell’ambito delle procedure di raffreddamento attivate il 27/10/20, è proseguito il confronto tra Trenitalia e le Segreterie Nazionali per monitorare gli effetti della riduzione dell’offerta commerciale nel segmento AV sul personale degli equipaggi.

In premessa, Trenitalia ha comunicato che dal 2 Febbraio verranno ripristinate le coppie di treni 9311 – 9532 (To/Na) e 9658/9 – 9604/9( Na/Bs). È inoltre probabile, seppure non ancora confermata, la rieffettuazione dall’8 febbraio della coppia Roma – Milano 9618/9653.
Rispetto alla possibilità che vengano istituiti servizi AV tra Torino e Reggio Calabria in fascia notturna, per favorire collegamenti-link con la Sicilia, l’Azienda ha dichiarato che, al momento, il progetto allo studio è ancora un’ipotesi al vaglio delle strutture preposte. Più in generale, la Società ha riconosciuto un aumento della domanda di viaggio che potrebbe, seppure con le dovute cautele, consentire un ulteriore e rapido incremento dell’offerta AV.
A tal proposito, le Organizzazioni Sindacali hanno invitato nuovamente la delegazione aziendale a comunicare con tempestività, attraverso i canali previsti, eventuali variazioni all’offerta commerciale, considerato che, ormai da tempo, le informazioni giungono dai canali più disparati, creando nervosismo tra i dipendenti e minando la credibilità delle relazioni industriali.
Le Segreterie Nazionali, inoltre, anche nella logica dell’auspicabile presentazione del nuovo piano industriale, hanno sollecitato l’Impresa a programmare celermente uno specifico incontro coinvolgendo il management di tutte le linee Trenitalia, per avviare un confronto sulle misure che la Società intende predisporre in modo da garantire, nel breve e nel medio periodo, una gestione adeguata di tutto il personale degli equipaggi, comprese eventuali rimodulazione dei turni finalizzate a soluzioni logistiche e di utilizzazione. Infatti, al di là di generici impegni dichiarati al tavolo, sono ancora molti i nodi da sciogliere: in particolare, si attendono risposte concrete sulle disponibilità, sui tempi e sulle modalità di attivazione del Fondo, sulla gestione delle Manifestazioni d’interesse attivate alla fine di Dicembre, sul rilancio della manutenzione rotabili e sul potenziamento del settore assistenza vendita.
In chiusura di riunione le OOSS hanno ribadito la necessità, anche per favorire lo smaltimento delle ferie rosse, di consentire la fruizione delle giornate di congedo attingendo da subito a quelle maturate nell’anno 2020. La Società si è riservata di dare seguito alle istanze sindacali non appena definito il percorso che porterà all’attivazione del Fondo di sostegno al reddito.

Download attachments: scarica il pdf del comunicato

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email