Uiltrasporti

TRASPORTO AEREO - PILOTI



ALITALIA: Tarlazzi, no a esuberi, governo intervenga

E' asset strategico. Chiediamo discontinuità in management 

05 Gennaio , 11 : 43 (ANSA) - ROMA, 05 GEN - La vicenda Alitalia desta "grande preoccupazione, siamo lontani da un serio piano industriale di rilancio e siamo davanti a un problema che investe l'intero paese perché si tratta di un asset strategico". Così il segretario generale della Uiltrasporti, Claudio Tarlazzi, secondo cui il Governo "deve fare da garante e dire se il piano è sostenibile o meno". Soprattutto, dice il sindacalista, "non siamo d'accordo sia sugli esuberi che sul taglio del costo del lavoro, che non può rappresentare il vero nodo della questione visto che copre il 16% della spesa totale, in linea con quel che accade nelle altre compagnie".

E poi, aggiunge, "solo nel 2014 il personale è diminuito di 2 mila unità". Se nel 2014, "di fronte al fallimento dell'azienda, siamo dovuti sottostare a certe condizioni ora la situazione è differente", avverte. Tarlazzi chiede quindi "discontinuità nel management, perché ha fallito e - sottolinea - non può pagare solo l'amministratore delegato Ball". Per il sindacalista la compagnia si è comportata in modo "contraddittorio: voleva puntare sul lungo raggio ma dal 2014 a oggi ci sono solo due macchine in più, cancellando la tratta verso Shanghai e depotenziando quelle dirette a Rio de Janeiro e Seul".(ANSA). Y08

UILTRASPORTI - Viale del Policlinico, 131 - 00161 Roma - Tel. 06 862671 - Fax 06 86207747
C.F. 80403560586