Uiltrasporti

VIABILITA'



Sullo sciopero del 24 luglio Rimettiamo in Movimento il Paese

Lo sciopero generale di oggi 24 luglio dei trasporti marittimi e terrestri - venerdì 26 luglio invece si effettuerà quello del Trasporto Aereo - è stato caratterizzato da tantissimi presìdi di lavoratori in tutta Italia, perché il settore dei trasporti sia ascoltato dal Governo, per il bene dei lavoratori, del lavoro, dei cittadini e dell'economia del Paese, perché senza una mobilità efficiente ed efficace non si va da nessuna parte.


Tutti uniti contro l'immobilismo del Governo, per chiedere di affrontare i problemi.


Presìdi in tutte le Regioni italiane, tra cui le città di Cagliari, Bologna, Bolzano, Vicenza, Verona, Padova, Napoli, Milano, Genova, Pescara, Firenze, Trieste, Messina, Siracusa, Savona, Civitavecchia, Ravenna, Palermo, Milano.

A Roma, davanti al Mit, insieme alle delegazioni dei lavoratori dei trasporti Lazio, i Segretari Generali FiltCgil, FitCisl, Uiltrasporti, Stefano Malorgio Salvatore Pellecchia Claudio Tarlazzi, a cui si sono uniti i Segretari Generali Confederali, Maurizio Landini, AnnaMaria Furlan, Carmelo Barbagallo e la Segretaria Nazionale Uil Ivana Veronese.


Durante il presidio, il Mit ha invitato le delegazioni Uiltrasporti, FiltCgil, FitCisl guidate dai Segretari Generali Tarlazzi, Malorgio, Pellecchia, ad un incontro, nel quale si è impegnato a convocare il prossimo 23 settembre il tavolo sulla piattaforma Rimettiamo in Movimento il Paese, che sarà preceduto da riunioni per la messa a punto degli argomenti.
Questo è un primo risultato, ottenuto dopo un anno di immobilismo da parte del Governo, che ha lasciato inascoltate decine di richieste di incontro per discutere i gravi problemi dei trasporti, e che non ha lasciato altra alternativa che lo sciopero generale, per rivendicare:

  • Regole
  • Rinnovo dei ccnl
  • Sicurezza sui luoghi di lavoro
  • Lotta alla concorrenza con taglio dei salari e delle tutele
  • Investimenti in infrastrutture
  • Nuova occupazione stabile

Ora ci aspetta ancora l’appuntamento di venerdì 26 per il trasporto aereo, ma in tutti i casi, benché si apprezzi quanto esplicitato oggi dal Mit, l’attenzione resta e dovrà restare vigile.


Contro l'immobilismo del Governo, i lavoratori dei trasporti chiedono di risolvere i problemi!

UILTRASPORTI - Viale del Policlinico, 131 - 00161 Roma - Tel. 06 862671 - Fax 06 86207747
C.F. 80403560586