Uiltrasporti



Tarlazzi: Alitalia, intervenire immediatamente

25/09/2013 | Comunicati Stampa

Negli ultimi giorni si intensificano segnali preoccupanti per il futuro di Alitalia.

 

Indipendentemente da quale sarà il nuovo azionista di riferimento, riteniamo indispensabile conoscere il ruolo che rivestirà Alitalia all’interno del nuovo assetto societario e di alleanze, che dovrà essere assolutamente centrale e coerente con il sistema Paese, non ridimensionandola a compagnia satellite o a sussidiaria regionale di gruppi esteri.

E’ indispensabile pertanto che il piano industriale illustratoci nel luglio scorso venga implementato ed integrato, permettendo alla compagnia di sviluppare il proprio traffico e di scongiurare il pericoloso depauperamento di un vettore che all’interno di una qualsiasi eventuale alleanza deve poter giocare un ruolo di rilievo e di pari dignità.

Nel caso in cui i presupposti fondamentali del piano industriale dovessero subire modifiche o variazioni, la Uiltrasporti riterrebbe imprescindibile l’immediata apertura di un confronto trasparente e produttivo.

Non accetteremo ulteriori pesanti ricadute su piloti, assistenti di volo e personale di terra di Alitalia, che hanno già ampiamente sopportato e supportato la drammatica ristrutturazione del 2009, compiendo tutti gli sforzi possibili in termini economici e di produttività.

A fronte di questa emergenza il governo deve fare la sua parte perché Alitalia rimane tuttora un asset fondamentale per il Paese che non può essere svenduto né mortificato.

La Uiltrasporti non sarà disponibile in alcun modo ad accettare passivamente condizioni pregiudizievoli per il futuro di Alitalia e dei suoi lavoratori.

 

 

UILTRASPORTI - Viale del Policlinico, 131 - 00161 Roma - Tel. 06 862671 - Fax 06 86207747
C.F. 80403560586