Uiltrasporti



Trasporto aereo: Tarlazzi, revocato lo sciopero generale dell'intero settore del trasporto aereo del 22 novembre prossimo.

20/11/2013 | Comunicati Stampa

 “A seguito degli impegni assunti direttamente dal Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Lupi nella riunione odierna svoltasi alla presenza, oltre che, del Ministro e del Sottosegretario D'Angelis , di tutte le parti sociali dell'industria del trasporto aereo, abbiamo ritenuto di poter revocare lo sciopero” è quanto dichiarato dal Segretario Generale della Uiltrasporti Claudio Tarlazzi.

 

Tarlazzi ha proseguito - condivisibile, l'impostazione data dal Ministro per un sistema dei trasporti integrato tra tutte le varie modalità che lo compongono: non foss'altro perché anche noi della Uiltrasporti da sempre sosteniamo che vadano superate le logiche settoriali e campanilistiche per addivenire ad un sistema che attraverso l'interconnessione e l'integrazione modale sia motore di sviluppo dell’economia del Paese.

In questo quadro è stato pertanto insediato un tavolo permanente presso il Ministero, operativo già dal prossimo 28 novembre, per affrontare le varie criticità del sistema, che attualmente sconta distorsioni dalla concorrenza tanto per la parte volo che per la parte dei servizi di terra, mettendo a rischio i livelli occupazionali.

Positiva è stata poi la condivisione del problema e l'impegno assunto dallo stesso Ministro per superare il pericolo che incombe sul Fondo speciale di sostegno al reddito nel trasporto aereo senza il quale il settore sarebbe privo delle necessarie tutele e garanzie per i lavoratori in un momento così delicato per tutto il settore.

E’ fin troppo evidente che superare queste criticità con urgenza e senza tentennamenti, a cominciare dal problema del Fondo speciale di sostegno al reddito e dal problema delle regole, dipende la sopravvivenza del settore; considereremmo un atto di irresponsabilità di tutto il Governo se venissero meno gli impegni assunti oggi -.

UILTRASPORTI - Viale del Policlinico, 131 - 00161 Roma - Tel. 06 862671 - Fax 06 86207747
C.F. 80403560586